La Tunisia fa la rivoluzione anche sul parquet

Ok, forse non sarà uno dei tornei più blasonati e seguiti del mondo e forse accostare una rivoluzione ad una competizione sportiva non è poi così rispettoso, però -e lo dico con una buona dose di invidia- per un giovane tunisino appassionato di politica e palla a spicchi il 2011 deve essere stato uno di quegli anni ai quali non si può veramente chiedere di più.

Un anno memorabile, nel quale non solo il popolo dello stato maghrebino è riuscito a cacciare Ben Ali, ma anche la squadra nazionale di basket ha sconfitto la corazzata Angola e ha vinto l’Afrobasket 2011. Il regime dell’ex capo di stato sul popolo tunisino e il dominio degli angolani sulla pallacanestro continentale duravano esattamente dallo stesso anno: il 1989. Continue reading

Advertisements

Al Jazeera e la caduta di Mubarak

Al Jazeera è uscita senza dubbio vincitrice dalla primavera che ancora agita tutto il mondo arabo. Ma come è arrivata al successo la tv satellitare che più di qualunque altra dà spazio al Sud del mondo e all’Africa, in particolare?  Quel che è successo in Egitto può aiutare a capirlo. In un video e in un lungo articolo (nel pdf qui accanto) che sono stati il lavoro conclusivo di due anni di Scuola di Giornalismo.

Il 2011 in Africa: un anno di elezioni

Il referendum in Sudan del Sud per la secessione da Khartoum si è appena concluso e i risultati sono attesi per la fine del mese. Ma, quest’anno, in Africa, sono ben 16 i paesi che andranno alle urne. Nigeria ed Egitto tra i più importanti.